.
Annunci online

  econolitica [ "Il capitalismo non è intelligente, non è bello, non è giusto, non è virtuoso e non produce i beni necessari. In breve, non ci piace. Ma quando ci chiediamo cosa mettere al suo posto, restiamo estremamente perplessi." John Maynard Keynes ]
         

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog


5 febbraio 2010

Pernacchie

Gli Stati Uniti sono nati come la potenza che rispecchiava l’ideale borghese puro e sano che si contrapponeva al feudalesimo. La libertà dell’uomo, specie quella economica, stava al centro di tutti i loro pensieri. Il libero mercato sarebbe dovuto espandersi a macchia d’olio ed elargire i suoi benefici.

Col passare degli anni il mercato è sempre stato meno libero. La concorrenza, condizione necessaria per la sopravvivenza del modello,si è andata spegnendosi, limitata dalla crescita di cartelli e monopoli. Con la deregulation raeganiana si è dato via al totale affossamento. Si sono create quelle banche troppo grandi per fallire o espandersi ulteriormente: quei mostri economici che sono stati i fattori scatenanti della crisi.

Proprio in nome dei principi della libera concorrenza e del libero mercato, Obama ha chiesto alla Cina di rivalutare il cambio dello Yuan, la moneta cinese. Il cambio, tenuto artificialmente troppo basso,  sostiene l’export cinese a danno di quello americano tramite una politica di concorrenza sleale.

Pechino ha risposto alle richieste di Obama, a pieno diritto, con una pernacchia. 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pechino obama yuan tasso di cambio

permalink | inviato da Enrico Cerrini il 5/2/2010 alle 15:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


sfoglia     gennaio        marzo
 







Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom